ELEZIONI

Referendum sul numero dei parlamentari: si vota il 29 marzo

Referendum
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte, ha convenuto sulla data del 29 marzo 2020 per l’indizione – con decreto del Presidente della Repubblica – del referendum popolare previsto dall’articolo 138 della Costituzione sul testo di legge costituzionale recante: «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dalle due Camere e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 240, del 12 ottobre 2019.

PROPAGANDA PER IL REFERENDUM DEL 29 marzo 2019

Punto 1)

Ai sensi dell’art. 52, quarto comma, della legge n. 352/1970 e dell’art. 4, comma 1, della legge n. 212/1956, i partiti o gruppi politici rappresentati in Parlamento e il gruppo di promotori del referendum che intendano affiggere stampati, giornali murali od altri e manifesti di propaganda per il referendum in oggetto devono presentare alla giunta comunale istanza di assegnazione dei relativi spazi entro il 34° giorno antecedente quello della votazione, e quindi entro lunedì 24 febbraio 2020.
Le domande prodotte dai partiti o gruppi politici rappresentati in Parlamento dovranno essere sottoscritte dai rispettivi organi nazionali o parlamentari o dai rispettivi organi a livello regionale, provinciale o, se esistenti, a livello comunale.
Le domande provenienti dal gruppo dei promotori del referendum dovranno essere sottoscritte da almeno uno dei promotori stessi.

Le istanze di cui trattasi potranno essere sottoscritte anche da persone delegate da uno degli anzidetti soggetti abilitati, purché corredate del relativo atto di delega.
Nessuna autenticazione è richiesta per la sottoscrizione delle domande o delle deleghe.
Le domande di assegnazione degli spazi devono essere fatte pervenire al comune, entro il suddetto termine, mediante consegna a mano o con posta ordinaria o posta elettronica certificata oppure, ove necessario, anche a mezzo fax.
Ai fini degli adempimenti sopra descritti, si forniscono ai successivi punti 3) e 4) le indicazioni relative ai partiti presenti in Parlamento e ai promotori del referendum.

Punto 2)

Delimitazione ed assegnazione degli spazi di propaganda diretta
La Giunta comunale, ai sensi degli artt. 2, 3 e 4 della legge n. 212/1956 citata, deve provvedere a individuare, delimitare e ripartire gli spazi per l’affissione di stampati, giornali murali od altri e di manifesti di propaganda, distintamente e in parti uguali, fra i partiti o gruppi politici rappresentati in Parlamento e il gruppo promotore del referendum, che ne abbiano fatto richiesta, tra il 33° e il 31° giorno precedente quello della votazione, e quindi tra martedì 25 e giovedì 27 febbraio 2020.

punto 3)

Partiti e gruppi politici rappresentati alla Camera, al Senato e al Parlamento europeo
Ai fini dell’attuazione degli adempimenti di cui ai punti 1) e 2), si trascrivono di seguito i partiti e gruppi politici rappresentati, rispettivamente, al Senato della Repubblica o alla Camera dei deputati, come da rispettive comunicazioni, in data 11 febbraio scorso, del Segretario generale del Senato e del Vice Segretario Generale della Camera, o che hanno avuto almeno un eletto tra i membri del Parlamento europeo spettanti aH’Italia:
SENATO DELLA REPUBBLICA
A) hanno conseguito almeno un seggio le seguenti coalizioni di liste e singole liste: coalizione composta da:

• LEGA NORD
• MOVIMENTO POLITICO FORZA ITALIA

• NOI CON L’ITALIA – UDC
• FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI coalizione composta da:
• ITALIA EUROPA INSIEME
• SVP – PATT
• +EUROPA CON EMMA BONINO – CENTRO DEMOCRATICO
• CIVICA POPOLARE LORENZIN
• PARTITO DEMOCRATICO
liste:
• FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI
• LEGA – FORZA ITALIA – FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI
• LEGA NORD
• LIBERI E UGUALI
• MAIE – MOVIMENTO ASSOCIATIVO DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO
• MOVIMENTO 5 STELLE
• MOVIMENTO POLITICO FORZA ITALIA
• PARTITO DEMOCRATICO
• SVP – PATT
• TRADITION ET PROGRÈS FAVRE LANIÈCE
• UNIONE SUDAMERICANA EMIGRATI ITALIANI – USEI;

B) gruppi parlamentari presenti in Senato:
• MOVIMENTO 5 STELLE
• FORZA ITALIA BERLUSCONI PRESIDENTE-UDC
• LEGA-SALVINI PREMIER – PARTITO SARDO D’AZIONE
• PARTITO DEMOCRATICO
• FRATELLI D’ITALIA
• ITALIA VIVA – P.S.I.
• PER LE AUTONOMIE (SVP-PATT, UV)
• MISTO
C) componenti del Gruppo misto:
• LIBERI E UGUALI
• MAIE
• PIU’ EUROPA CON EMMA BONINO.

CAMERA DEI DEPUTATI
A) hanno ottenuto seggi le seguenti coalizioni di liste e singole liste: coalizione composta da:
• LEGA NORD
• MOVIMENTO POLITICO FORZA ITALIA
• NOI CON LTTALIA-UDC
• FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI coalizione composta da:
• ITALIA EUROPA INSIEME
• SVP-PATT
• +EUROPA CON EMMA BONINO-CENTRO DEMOCRATICO
• CIVICA POPOLARE LORENZIN
• PARTITO DEMOCRATICO
liste:

• ASSOCIAZIONE ” +EUROPA”
• FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI
• LEGA NORD
• LEGA NORD-FORZA ITALIA-FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI
• LIBERI E UGUALI
• MOVIMENTO ASSOCIATIVO ITALIANI ALL’ESTERO
• MOVIMENTO 5 STELLE
• MOVIMENTO POLITICO FORZA ITALIA
• PARTITO DEMOCRATICO
• SVP-PATT
• UNIONE SUDAMERICANA EMIGRATI ITALIANI

B) gruppi parlamentari costituiti alla Camera:
• FORZA ITALIA – BERLUSCONI PRESIDENTE
• FRATELLI D’ITALIA
• LEGA – SALVI NI PREMIER
• MOVIMENTO 5 STELLE
• PARTITO DEMOCRATICO
• LIBERI E UGUALI
• ITALIA VIVA
• MISTO
C) componenti politiche del Gruppo Misto:
• MINORANZE LINGUISTICHE
• NOI CON LTTALIA-USEI-CAMBIAMO!-ALLEANZA DI CENTRO.
• CENTRO DEMOCRATICO-RADICALI ITALIANI-+ EUROPA
• MAIE-MOVIMENTO ASSOCIATIVO ITALIANI ALL’ESTERO

PARLAMENTO EUROPEO
Come da verbale di proclamazione dell’Ufficio elettorale nazionale presso la Corte Suprema di Cassazione in data 24 giugno 2019, a seguito dell’elezione del 26 maggio 2019, si trascrivono i partiti o gruppi politici che hanno avuto eletto un proprio rappresentante quale membro del Parlamento europeo spettante all’Italia:
• LEGA SALVI NI PREMIER
• PARTITO DEMOCRATICO (PD)
• MOVIMENTO 5 STELLE
• FORZA ITALIA
• SUDTIROLER VOLKSPARTEI (SVP)
• FRATELLI D’ITALIA

punto 4)

Promotori del referendum
Si riportano di seguito i nominativi dei promotori del referendum in oggetto, cioè dei delegati che sono stati individuati dai senatori richiedenti ex art. 6 della legge 25 maggio 1970, n. 352, ai fini del deposito della richiesta referendaria formulata da 71 senatori in carica, come da verbale redatto presso la Cancelleria della Corte di Cassazione in data 10 gennaio 2020:

PAGANO Nazario, nato il 23 maggio 1957 a Napoli;

NANNICINI Tommaso, nato rii novembre 1973 a Montevarchi (AR);

CANGINI Andrea, nato il 5 marzo 1969 a Roma.