Certificati anagrafici

Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445, i certificati rilasciati dalle Pubbliche amministrazioni, attestanti stati, fatti e qualità personali non soggetti a modificazioni, hanno validità illimitata (certificati relativi a nascita, morti, ecc). Le restanti certificazioni hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio (residenza, stato di famiglia, ecc). Tutti i certificati, anche se scaduti, devono essere accettati dalla Pubblica Amministrazione. A tal fine è necessaria una dichiarazione dell’interessato, non autenticata e scritta in calce al certificato, che confermi che le dichiarazioni in esso contenute non hanno subito variazione dalla data di rilascio.

I certificati anagrafici possono essere ottenuti recandosi presso l’Ufficio Anagrafe – sportello certificazioni, nel rispetto della Legge anagrafica (1228/1954) e del relativo Regolamento (DPR 223/1989).

Dal 1° gennaio 2012

A seguito della entrata in vigore della legge di stabilità (L. 183/2011), agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni (art. 40, D.P.R. 445/2000). Pertanto, gli uffici comunali dello stato civile e di anagrafe possono rilasciare i certificati soltanto ad uso privato.

Questo comporta che per i certificati dell’anagrafe (residenza, stato di famiglia, contestuali, esistenza in vita, eccetera) è previsto in ogni caso il pagamento dell’imposta di bollo (art. 4 della tariffa alleg. A al D.P.R. 642/1972) e dei diritti di segreteria, ossia € 16,00 € 0,52 per ciascun documento.

Si ricorda comunque che il cittadino può sempre rilasciare le autocertificazioni anche quando abbia a che fare con ‘istituzioni private’: banche, assicurazioni, agenzie d’affari, posteitaliane, notai (art. 2, D.P.R. 445).

L’autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. 445) ma non si paga niente (nessuna imposta di bollo né diritto di segreteria) e non è necessaria la autenticazione della firma.

Come si fa

Le certificazioni possono essere rilasciati a chiunque ne faccia richiesta. Il richiedente deve esibire documento di riconoscimento valido e compilare un apposito modulo.

Tempi

A vista

Quanto Costa

Il rilascio dei certificati è soggetto al pagamento di diritti comunali e marche da bollo in conformità alle disposizioni di legge:

  • euro 0,26 per diritti di segreteria se il certificato è rilasciato in carta libera.
  • euro 0,52 per diritti di segreteria euro 16,00 di imposta di bollo negli altri casi.

Responsabile

Dott. Graziano IURLARO, Segretario Generale

Dove

Piazza G. Garibaldi 21

Palazzo Comunale

Cortile piano terra

email: anagrafe@comune.manduria.ta.it

Telefono

Quando

L’ufficio è aperto al pubblico:

dal lunedì al venerdì 9:00 – 12:00

martedì e giovedì 16:00 – 18:00

Normativa

Regolamento Anagrafico della popolazione Residente

Disposizioni su imposta di bollo

Regolamento Anagrafico

Direttiva del Ministro della P.A. e della Semplificazione n. 14/2011

Modulistica

Dichiarazione sostitutiva di certificazioni

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta